Il Metodo

Il Metodo Enrico L’Otto

Questo metodo è nato nello scorso millennio con un unico e preciso scopo: centrare l’ambo su ruota fissa. Ha attraversato, ed attraversa tutt’ora costanti modifiche ed aggiornamenti in modo da cercare di renderlo il più affidabile possibile.

Prima di andare avanti è bene sfatare alcuni Falsi Miti, come ad esempio i numeri ritardatari. Bene: i numeri ritardatari NON ESISTONO. Sono un’illusione a cui ci abituiamo guardando le estrazioni e pensando: “se un numero non esce da tanto: uscirà presto”. In realtà i numeri non hanno memoria ed hano tutti le stesse probabilità di uscire ad ogni estrazione. In realtà, se guardassimo la frequenza di estrazione dei numeri avremmo una curva Gaussiana che ci darebbe alcuni numeri più frequenti ed altri meno; quando pensiamo che ci sia un numero ritardatario, in realtà, stiamo osservando un numero ad uno degli estremi della Gaussiana.

Sfatiamo subito un altro mito: coloro che dicono di aver elaborato sistemi sulla “Legge dei grandi numeri”. Purtroppo, per ignoranza o malafede, non prendono in considerazione il fatto che, per il numero di estrazioni effettuate ad oggi, tale legge NON può essere applicata nè ora nè in un futuro prossimo, ma forse tra qualche centinaio d’anni, ed in realtà, anche allora, si potrà fare una previsione “media”, cioè su un tot numero di estrazioni, mentre  a Noi, per effettuare una vincita, serve che i numeri escano contemporaneamente durante la stessa estrazione.

Nella rubrica delle spiegazioni troverete tanti altri consigli e spiegazioni sul perchè molti di questi pseudo-metodi non funzionano, o lo fanno solo per un breve periodo.

Ma veniamo al Metodo Enrico L’Otto! Questo metodo sfrutta una serie di conoscenze sia di statistica, che di matematica, che algoritmi quantici ed, ad ogni singola estrazione, viene rielaborato, riadattato e rigenerato il sistema che genera le previsioni di questo metodo. Che il metodo funzioni è fuori di dubbio, e ne trovate una montagna di prove nella sezione “Vincite”, anche se non è ancora perfetto: il sistema sarebbe per ambo, ma sovente capita che esca il terno o, più di rado, la quaterna (che in ogni caso non sono risultati da buttare via..). Generare queste previsioni sarebbe stato, fino a qualche anno fa, assolutamente impossibile; perchè vengono generate da un Supercomputer: un cluster cha abbiamo battezzato amichevolmente HAL e che ha la potenza di calcolo equivalente a circa 4350 volte quella del Supercomputer che gestiva l’intero arsenale nucleare Americano. Questa potenza di calcolo è necessaria perchè le previsioni ci servono subito, o quasi, mentre un normale PC domestico o un server dovrebbe lavorare settimane o mesi per ottenere il risultato (che nel frattempo sarebbe già sortito).

E’ bene ricordare di giocare sempre con prudenza ed usando la testa, anche perchè, per quanto buono sia il metodo e per quanto ci sia la garanzia “Vincenti o Vincenti” il risultato reale lo si conosce solo dopo l’estrazione ed, ad esempio, nel 2017 su 157 estrazioni in due casi non è stato centrato l’obbiettivo, ma sono stati centrati in entrambi i casi solo 4 ambi a tutte.